... discus pigeon con avannotti

... discus eruption face spotted

...discus red cover con avannotti

... discus marlboro o solid red fire

... discus blu diamond snake skin

... discus leopard ring

... coppia di discus diamond

... discus pigeon blood

... discus super eruption face spotted

Il Discus (Symphysodon Aequifasciatus)

Acquario per discus: 13 regole per iniziare

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

ArtAcquarioPerDiscusChiunque abbia mai avuto come passione l’acquariofilia, deve per forza aver pensato anche solo per un momento all’allevamento di un Discus. Non so bene spiegarvi come mai questo pesce abbia da sempre rappresentato la massima aspirazione in questo hobby: onestamente esistono molte altre specie, anche meno esigenti, che sono in grado di fornire molte soddisfazioni ed emozioni al pari del tanto amato ciclide.

Eppure, nonostante queste mie perplessità, sono caduto vittima anch’io del fascino indecifrabile di questo pesce: l’ho osservato a lungo nelle vasche di allevamento del negoziante di fiducia e sebbene all’inizio era semplice curiosità, pian piano sono scivolato nella trappola dell’aspirazione al suo allevamento.

Perché quindi ho scelto di allestire una vasca per Discus? La risposta sincera è non lo so! Sarebbe troppo facile rispondere che il motivo sono i suoi colori meravigliosi, o la forma inusuale. Altrettanto scontato sarebbe addurre motivazioni circa la curiosità di vederli soffiare sulla sabbia per procurarsi il cibo, o addirittura osservarne i cicli riproduttivi. In verità quando qualcosa mi affascina in campo acquariofilo, non mi chiedo mai il perché: saprò solo successivamente se la mia dedizione ad una specie verrà ripagata. Di una cosa sono sicuro: non l’ho certo deciso perché tutti ritengono che la cura di questo pesce sia la massima aspirazione in questo hobby. C’è sicuramente dell’altro.

Come sempre, quando decido di addentrarmi nell’allestimento di un acquario specifico, impiego molti mesi prima della realizzazione, perché studio ogni minimo particolare, sia in fatto di attrezzatura tecnica che di allestimento. Non corro mai il rischio di allestire frettolosamente la vasca, determinando magari anche degli errori grossolani. Posso solamente rischiare qualcosina su scelte che non sono irrimediabili, ma che possono essere modificate in corso d’opera in base alle necessità del momento. Ecco quindi che il punto di partenza è stato proprio quello di prendere coscienza di tutte queste tematiche. 

Regola 1: Vasca di grandi dimensioni

Innanzitutto la scelta della vasca. Il Discus è un pesce che cresce abbastanza, può raggiungere anche i venti centimetri di diametro e uno spessore consistente negli esemplari sani e cresciuti nelle condizioni corrette di allevamento. La conseguenza è che già da queste prime indicazioni emerge la necessità di una vasca abbastanza grande. Se in aggiunta si considera il fatto che deve essere allevato in gruppo di almeno quattro elementi, il concetto di “abbastanza grande” inizia a diventare molto concreto. Non fatevi quindi ingannare dalle dimensioni apparentemente piccoline degli esemplari presenti in negozio e calcolate invece le dimensioni che raggiungeranno da adulti. Tirando le somme, la vasca minima di partenza per ospitare Discus, deve essere lunga almeno 120 cm e contenere almeno 200 litri netti. È una base di partenza che vi consentirà di ospitare non più di quattro elementi, considerando che la necessità è di almeno 50 litri per ogni adulto,  ma sicuramente ideale per capire fino a che punto sarà amore tra voi e il vostro ospite. 

Regola 2: Potente ed efficace azione filtrante

Chiarito il concetto delle dimensioni della vasca, dovete ovviamente valutare l’acquisto di attrezzatura tecnica adeguata allo scopo. Innanzitutto il filtro, cuore del sistema, deve essere in linea con il litraggio elevato che dovete gestire: il Discus è un pesce che sporca molto l’acqua e spesso il cibo proteico che viene somministrato fa il resto. Ecco quindi che un sovradimensionamento del filtro non è assolutamente una cattiva idea. Ad esempio, se il vostro acquario è dotato di un filtro esterno adeguato, acquistatene semplicemente un altro, raddoppiando di fatto la capacità filtrante. Personalmente, ho sempre usato filtri esterni dell’Askoll, e devo dire che nel caso della vasca da 120 cm ho optato per un Pratiko 300 dato in dotazione e un’aggiunta di un Pratiko 400. Fate solo attenzione che l’aggiunta di un ulteriore filtro non determini un movimento eccessivo della superficie: i Discus non amano assolutamente le acque troppo mosse o con corrente sostenuta. 

Regola 3: Illuminazione media e non eccessiva

Per quanto riguarda il reparto luci, utilizzate quello dato in dotazione nell’acquario: non esistono esigenze notevoli di luce intensa, se non per la coltivazione di piante molto particolari ed esigenti in vasca. Ma vedrete che per rispettare le esigenze del pesce, i vostri esemplari vegetali saranno alla portata dell’acquario medio. Quindi non credo siano necessarie parecchie modifiche. Dal punto di vista dei Discus, al contrario, sarebbe opportuna una illuminazione media, o se preferite qualcosina di più intenso, utilizzate molte piante galleggianti per schermare la luce e creare zone di penombra dove i pesci si sentiranno al sicuro. 

. . .  non sei ancora giunto al termine dell'articolo  . . .

... abbiamo interrotto la tua lettura per chiederti un piccolo contributo: spendi un minuto per registrarti su Hobby Discus: è semplice, immediato e gratuito!

... HOBBY DISCUS - il  Discus Club Italiano - ti ringrazia

RegistratiAnim

 


 

Di Vittorio Di Berardino

tratto dal sito web www.acquadivetro.com su sua gentile concessione.

 


Chi è online

In questo momento sono online 1660 persone di cui 1658 ospiti ed i seguenti 2 utenti (registrati):
Orazio Arena (timoteo75)
Sicilia
Viviana Piccolo (ViVa)
Campania
TOP

THEME OPTIONS

Header type:
Theme Colors:
Color suggestions *
THEME
* May not have full accuracy!