Conoscerli per allevarli

Conoscerli per allevarli

Registrati su Hobby Discus

Registrati su Hobby Discus

Insieme impareremo divertendoci!!!

IL REPORTAGE DI HOBBY DISCUS

IL REPORTAGE DI HOBBY DISCUS

tutto quello che avreste potuto vedere: foto e video

Diventa anche tu uno di noi

Diventa anche tu uno di noi

Associati all'Italy Discus Club

Associati all'Italy Discus Club

Tantissimi vantaggi ti aspettano!!!

Immergiti nel mondo degli acquariofili amanti dei DISCUS

Un piccolo allevamento casalingo di discus

ArtAllevFDeRossi

(Prefazione e intervista a cura dell'Admin di Hobby Discus Claudio Visalli) Con questo articolo HD ha il piacere di iniziare una lunga serie di interviste con allevatori amatoriali dai quali tutti, dai neofiti sino ai più smaliziati, possano apprendere tecniche, modalità di gestione e accorgimenti che vengono adottati per riprodurre e accrescere in nostri amati discus.

Si tiene a precisare che, per HD, l'allevatore amatoriale è colui il quale riesce ad ottenere riproduzioni dei suoi discus e ad accrescere la prole fino all'età adulta anche con un solo acquario di comunità, e ciò solo per il piacere di dilettarsi e trovare piena soddisfazione in questo stupendo hobby.

Il primo a volerci parlare di lui e delle sue tecniche è il nostro caro Francesco De Rossi, esperto discussofilo e affezionato utente di questa giovane community, oltre ad esserne diventato moderatore per le sue grandi doti caratteriali. Francesco non ha un grande impianto, di quelli complicati e tecnologici, però con pochi acquari e nulla di tecnicamente avanzato è riuscito ad ottenere diverse riproduzioni crescendo la prole in modo esemplare. E' pertanto da esempio per smentire tutti coloro i quali credono che per riprodurre ed allevare discus debbano armarsi di decine e decine di acquari e di costose strumentazioni.

Ciao Francesco, parlaci un po’  di te e di come è cominciata  la passione per il discus. Ciao mi chiamo Francesco De Rossi, sono un ragazzo di quasi 32 anni e vivo a Rieti una cittadina in mezzo all’appennino centrale a un’ora di macchina da Roma. Nella vita lavoro come assistente specializzato nelle scuole primarie a sostegno dei bambini disabili (specializzato nell’autismo). La mia passione è cominciata a circa 20 anni ma a differenza di altri ho cominciato con il marino.
Dopo essermi lungamente documentato ho allestito il mio primo acquario di barriera da 300 litri (Atollo 1200) e l’ho tenuto attivo per 5 anni nei quali ho visto crescere e moltiplicarsi spontaneamente la maggior parte dei coralli presenti nella mia vasca. A 24 anni conobbi un ragazzo che aveva appena aperto un negozio di acquari e cominciai ad aiutarlo anche perché così ero sempre a contatto con la mia passione. È stato lì che ho visto per la prima volta il Re e devo ammetterlo che all’inizio mi era realmente indifferente. Poi i giorni passavano e mi capitò una 200 litri   per le mani. Mi dissi va bene la metto in cameretta e ci metto dentro  5 dischi che nel frattempo mi incuriosivano sempre di più. È così fu che dopo pochi mesi e molti libri e riviste specifiche lette, anche il 300 litri marino era diventato un acquario dedicato ai discus, ormai divenuti una passione vera e propria

Quante vasche possiedi (dimensioni e litraggio)  e come sono strutturate riguardo al filtraggio, i cambi e la stabulazione dell'acqua? In che modo le impieghi in relazione ai vari stadi di allevamento? Al momento possiedo un 350 litri, un 250 litri, un cubo da 150 litri e un altro cubo da 120 litri che svolge varie funzioni . Il filtraggio è nel 350 litri affidato a 2 filtri esterni per un volume filtrante di circa 25 litri. Nel 250 litri è presente un interno di una ventina di litri e un filtro ad aria. Nei cubi ci sono due esterni. I filtri sono tutti  caricati con lana, spugne, cannolicchi sinterizzati. Per la stabulazione ho tre fusti da 60 litri dove preparo l’acqua almeno 48 ore prima del cambio. Per la riproduzione uso acqua d’osmosi più sali per arrivare ad un ph 6 -6.2, Gh 2  kh2 conducibilità 150-160 ms. Questi valori vengono man mano induriti per arrivare all’acqua che uso in comunità che altro non è che quella di rete prefiltrata con ph 7.4 gh 8 cond 350. Durante la stabulazione dell’acqua di rete tramite acido solforico diluito porto il ph sui 6.8. In comunità, nel 350 litri, cambio 60 litri ogni 3 giorni per mantenere gli no3 sotto i 30 -40 mg, naturalmente no2 assenti.
Nella riproduzione, una volta avvenuta la deposizione, non cambio più acqua fino al 6°/7° giorno di nuoto libero (premetto che per mancanza di spazio ho effettuato poche riproduzione portando i piccoli ai tre mesi di vita). Mi limito ad alzare il livello dell’acqua all’ultimo cambio il più possibile per poi tramite un tubicino per aeratore aspirare la sporcizia senza ripristinare l’acqua tolta. Dal 6° giorno di nuoto libero comincio i cambi del 10% indurendo molto lentamente l’acqua per arrivare a quelli della comunità. Qualche mese fa ho dato via tutti i pesci adulti per ricominciare cercando di salire di qualità con varietà un po’ più ricercate come gli spottati. Al momento quindi ho, in attesa di trovare ciò che cerco ad un prezzo per me accessibile, nel 350 litri  due snake red spotted , due eruption,  due LSS di 10 cm un leopard ring. La cosa non è facile in quanto i costi per prendere dei buoni pesci sono alti e non ho una grande disponibilità economica al momento comunque  pian piano  sto riuscendo nell’obbiettivo. Quali sono i valori chimici dell’acqua che impieghi nelle varie fasi dell'allevamento di questo ciclide (riproduzione-accrescimento-mantenimento)? Come ho già anticipato, per la riproduzione uso quindi acqua osmosi + sali   ph 6.0-6.2  gh 2 kh 2 conducibilità 150 no2 assenti no3 al momento della deposizione il più bassi possibilePer l’accrescimento e mantenimento uso ,come detto acqua di rete stabulata e corretta per avere ph 6.8 gh 8 conducibilità 350 ms Come alimenti i tuoi discus nelle varie fasi? Usi alimenti preparati da te? Se si, come li prepari? L’alimentazione dei piccoli  avviene così: dal 6° giorno di nuoto libero comincio con le somministrazioni di naupli di artemia via via sempre più abbondante; dal 25° giorno comincio a svezzarli mischiando l’artemia con del micro granulato e pastone omogeneizzato. Una volta separati dai genitori e comunque dopo il 30° giorno, anche se il periodo è molto variabile, elimino gradualmente l’artemia .Alimento i piccoli fino a 8-10 volte  preferendo somministrazioni più frequenti e meno abbondanti. Raggiunta la fase di sub adulti li alimento 3-4 volte al giorno con granulare liofilizzato e congelato (pastone).
Uso due tipi di pastone uno al cuore e l’altro a base di pesce. Il primo lo acquisto già pronto, il secondo lo preparo in questo modo:
250 grammi di filetto di pesce azzurro;
200 grammi di gamberetti rossi;
una carota una zucchina e spinaci (questi appena lessati);
1 cucchiaio di spirulina;
1 cucchiaio di paprika;
1 spicchio di aglio;
Il tutto frullato e omogeneizzato; Quali sono le varietà ibride o selvatiche che preferisci? Io preferisco le varietà  ibride e in particolare i base snake spottati  come i LSS (leopard snake skin), eruption…… Quali sono le malattie che hai dovuto contrastare? Quali cure hai adottato e quali medicinali/principi attivi hai utilizzato? Le malattie più frequenti che ho avute sono problemi di natura batterica (soprattutto nei piccoli ) risolti facilmente con l’uso dell’ipoclorito di sodio (la comune amuchina) o del sale da cucina non iodato, e problemi intestinali (flagellati e vermi) che risolvo tramite i prodotti specifici. Comunque, tranne rari casi di pesci acquistati non proprio in salute, non ho mai avuti grossi problemi. La cosa importante è partire con dei pesci in salute Esegui delle cure preventive? Quali e con quali medicinali/principi attivi? In quale fase dell’allevamento o con quale periodicità? Preferisco non trattare preventivamente. l’unica accortezza preventiva che uso è acqua pulita e alimentazione corretta. Quali credi siano i pregi e i difetti del tuo impianto e sistema di filtrazione? Hai intenzione di migliorarlo? Se si, come? Io purtroppo ho il problema dello spazio nel senso che vorrei molti più litri a disposizione e per questo sto cercando il modo di creare in cantina una stanza dedicata a loro. Considerato che le mie vasche sono in casa non posso lamentarmi e sono soddisfatto e voglioso di imparare e conoscere sempre cose nuove. E’ risaputo che far riprodurre i discus è relativamente semplice, ma che la fase dell’accrescimento è quella più delicata e durante la quale l’allevatore concentra maggiormente gli sforzi. A tuo avviso quali credi che siano i metodi o espedienti per un ottimale accrescimento degli avannotti in relazione all’alimentazione, alla chimica dell’acqua e alla prevenzione/cura delle malattie? Dal nuoto libero inizia il momento più difficile per ogni appassionato. La cosa fondamentale è avere dei buoni riproduttori sani ed affiatati. Dopo di che la mia piccola esperienza mi ha insegnato che più i piccoli sono in numero elevato più è facile portarli avanti. Per l’alimentazione io cerco di passare il prima possibile al secco e al pastone eliminando gradualmente i naupli di artemia. Dopo di che cambi bi-giornalieri e tante somministrazioni di cibo fino a 10-12 volte (poco cibo ma molto spesso). Anche la temperatura gioca un fattore importante. Per una corretta assimilazione serve un buon apporto di ossigeno quindi tengo la temperatura sui 28-29 gradi con una superficie dell’acqua molto increspata (aeratore e uscita del filtro a cascata) per facilitare gli scambi gassosi.Le poche volte che ho avuto qualche problemino è stato di origine batterica (a cui i piccoli sono molto esposti) che, come detto, ho risolto con l’amuchina. Sei un affezionato utente di HD. Quali sono i motivi che ti spingono a frequentare il nostro  portale/community? Cosa gradisci e cosa cambieresti/aggiungeresti per migliorarlo? Hd come realtà a me piace molto in quanto si respira aria nuova e soprattutto si cerca di abbattere i confini tra i più esperti e i meno, mettendo tutti a loro agio e in grado di crescere, imparare e confrontarsi in modo cordiale e amichevole. Io mi sono trovato subito a mio agio e per questo lo frequento assiduamente per crescere e migliorarmi grazie anche alla partecipazione di persone molto esperte che si mettono a disposizione di tutti. Inoltre Claudio, l’amministatore del portale, è una persona preparata e genuina con una grande inventiva e originalità tant’è che ha creato un portale giovane e dinamico in pochissimo tempo, che spero lo ripaghi di tutti i suoi sforzi. Per questo sono molto felice di essere entrato a farne parte e spero di aiutarlo a farlo crescere come merita. Un saluto a tutti. Francesco De Rossi.


 


 

  • 01ArtiAllevatoreFDeRossi01ArtiAllevatoreFDeRossi
  • 02ArtiAllevatoreFDeRossi02ArtiAllevatoreFDeRossi
  • 03ArtiAllevatoreFDeRossi03ArtiAllevatoreFDeRossi
  • 04ArtiAllevatoreFDeRossi04ArtiAllevatoreFDeRossi
  • 05ArtiAllevatoreFDeRossi05ArtiAllevatoreFDeRossi
  • 06ArtiAllevatoreFDeRossi06ArtiAllevatoreFDeRossi
  • 07ArtiAllevatoreFDeRossi07ArtiAllevatoreFDeRossi
  • 08ArtiAllevatoreFDeRossi08ArtiAllevatoreFDeRossi
  • 09ArtiAllevatoreFDeRossi09ArtiAllevatoreFDeRossi
  • 10ArtiAllevatoreFDeRossi10ArtiAllevatoreFDeRossi
  • 11ArtiAllevatoreFDeRossi11ArtiAllevatoreFDeRossi
  • 12ArtiAllevatoreFDeRossi12ArtiAllevatoreFDeRossi
  • 13ArtiAllevatoreFDeRossi13ArtiAllevatoreFDeRossi
  • 14ArtiAllevatoreFDeRossi14ArtiAllevatoreFDeRossi
  • 15ArtiAllevatoreFDeRossi15ArtiAllevatoreFDeRossi
  • 16ArtiAllevatoreFDeRossi16ArtiAllevatoreFDeRossi
  • 17ArtiAllevatoreFDeRossi17ArtiAllevatoreFDeRossi
  • 18ArtiAllevatoreFDeRossi18ArtiAllevatoreFDeRossi
  • 19ArtiAllevTatoreFDeRossi19ArtiAllevTatoreFDeRossi
  • 20ArtiAllevTatoreFDeRossi20ArtiAllevTatoreFDeRossi
  • 21ArtiAllevTatoreFDeRossi21ArtiAllevTatoreFDeRossi
  • 22ArtiAllevTatoreFDeRossi22ArtiAllevTatoreFDeRossi
  • 23ArtiAllevTatoreFDeRossi23ArtiAllevTatoreFDeRossi
  • 24ArtiAllevTatoreFDeRossi24ArtiAllevTatoreFDeRossi
  • 25ArtiAllevTatoreFDeRossi25ArtiAllevTatoreFDeRossi
  • 26ArtiAllevTatoreFDeRossi26ArtiAllevTatoreFDeRossi
  • 27ArtiAllevTatoreFDeRossi27ArtiAllevTatoreFDeRossi
  • 28ArtiAllevTatoreFDeRossi28ArtiAllevTatoreFDeRossi

 

Commenti   

# Guest 2014-11-15 12:57
Wow, fantastic blog layout! How long have you been blogging for? you made blogging look easy. The overall look of your web site is wonderful, let alone the content! gaddaakccadcfec a
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Guest 2014-08-17 20:46
Hello to every body, it's my first pay a visit of this blog; this
web site consists of remarkable and genuinely good information for readers.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Claudio Visalli 2009-10-29 12:23
Gan bell'intervista Francesco. Davvero complimenti. Sarà una pietra miliare per gli appassionati che vorranno cimentarsi nell'allevament o dei discus. :-) :-)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli random

IMAGE Scatti del "Photo HD Contest 2013/14"
L’Associazione Culturale senza scopi di lucro Hobby Discus ha indetto, per il quarto anno consecutivo, dunque anche per il 2013/2014, il “PHOTO HD CONTEST”, concorso fotografico al quale hanno potuto partecipare (gratuitamente) tutti...
IMAGE Convenzione con "THE ROYAL DISCUS"
La The Royal Discus è un negozio di acquari a Milano, un punto di riferimento per tutti gli appassionati di acquariofilia d’acqua dolce e marina, specializzato nella cura e nell’allevamento di sua maestà Symphysodon Discus dal 1995.In negozio...
IMAGE Allevamento o riproduzione?
Capitolo 1° tratto dal libro "RIPRODUZIONE DEI DISCUS" di Bernd Degen.Dalla biblioteca dell'Associazione Hobby Discus ad uso esclusivo degli associati.
IMAGE Il logo Hobby Discus
Quando abbiamo pensato di realizzare il logo di Hobby Discus la nostra idea era quella di creare una grafica semplice ma che nello stesso tempo definisse, in modo univoco, la nostra associazione e portale. Volevamo che lo stemma che avremmo adottato...
IMAGE Malattie da miceti e da alghe
Capitolo 5° tratto dal libro "LE MALATTIE DEI PESCI D'ACQUARIO" di Dieter Untergasser.Dalla biblioteca dell'Associazione Hobby Discus ad uso esclusivo degli associati.
IMAGE Scatti e vincitori del "Photo HD Contest 2012"
L’Associazione Culturale senza scopi di lucro Hobby Discus ha indetto, per il terzo anno consecutivo, dunque anche per il 2012, il “PHOTO HD CONTEST”, concorso fotografico al quale possono partecipare (gratuitamente) tutti gli utenti...
IMAGE Malattie e cura dei discus: i batteri
Premessa agli articoli "Malattie e cura dei discus". Lo scopo di questa nuova iniziativa di HD è quello di fornire sia all’appassionato che al neofita una guida sulle malattie più comuni e che più spesso possono colpire il discus e le relative...
IMAGE Aquariumangri: passione al nostro servizio
Tante volte nel nostro percorso di acquariofili ci siamo lasciati guidare dai consigli dei nostri "tutor", spesso individuati tra gli amici già esperti acquariofili o tra i negozianti di fiducia. Tale figura, come ho avuto modo di constatare sia...
IMAGE Uso in acquariologia dell'argilla verde ventilata
In acquariologia sono tantissimi i c.d. “toccasana” o “elisir” pubblicizzati che promettono miracoli di ogni sorta. Tra questi esistono molti prodotti specifici che, se ben impiegati, apportano sicuri benefici all’ecosistema acquario....
IMAGE Realizzare il coperchio - top - plancia - per un acquario
Dopo aver realizzato la vasca in vetro (leggasi in merito l'articolo "Acquario fai da te") e dunque  aver realizzato anche la base della nostra vasca (leggasi in merito l'articolo "Realizzare la base per un acquario"), non resta che...
IMAGE Napoli Aquatica 2013: il reportage
Dal 27 al 29 settembre (2013) abbiamo trascorso tre giorni indimenticabili, in un contesto che tutti gli appassionati del “Re dell’acquario dolce tropicale” vorrebbero vivere, totalmente circondati da centinaia di discus provenienti da tutto...
IMAGE Arredamento della vasca per discus: biotopo o no?
Sicuramente uno dei momenti più belli del nostro hobby è quello di progettare un nuovo acquario, o meglio organizzare il layout che dovrà ospitare piante e pesci in maniera ottimale: in una sola parola la fase dell’arredamento. Ritengo che sia...
In questo momento sono online 365 persone di cui 363 ospiti ed i seguenti 2 utenti (registrati):
Alessandro Tonani (Sandro71)
Lombardia
michele brandonisio (antarez)
Puglia
TOP