Conoscerli per allevarli

Conoscerli per allevarli

Registrati su Hobby Discus

Registrati su Hobby Discus

Insieme impareremo divertendoci!!!

IL REPORTAGE DI HOBBY DISCUS

IL REPORTAGE DI HOBBY DISCUS

tutto quello che avreste potuto vedere: foto e video

Diventa anche tu uno di noi

Diventa anche tu uno di noi

Associati all'Italy Discus Club

Associati all'Italy Discus Club

Tantissimi vantaggi ti aspettano!!!

Immergiti nel mondo degli acquariofili amanti dei DISCUS

L'acquario di GiuLibert

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

ArtAcquarioGiulibert(prefazione a cura di Claudio Visalli - Admin di Hobby Discus) Ho il piacere di pubblicare un bell'articolo scritto da Giuseppe Liberti (Giulibert) con dovizia di particolari e ben organizzato, dal quale molti appassionati potranno prendere spunto per progettare in salotto il proprio "scorcio di natura con discus", anche con l'ausilio di controller elettronici, non tralasciando nulla e ottenendo il massimo risultato attraverso una gestione efficiente e poco impegnativa in termini di tempo da dedicare.

1. ACQUARIO

1.1. Vasca

Ho un acquario chiuso (JUWEL Panorama 100) da 150 litri; direi che è un acquario da salotto; non avremmo spazio maggiore e questo tanto ci entra, poiché (per fortuna) è a pianta trapezoidale e si incastra con la scala a chiocciola.

1.2. Fondo & Sfondo

Il fondo è in argilla fertilizzata, gialla, pezzatura 5x10 mm. Vi prego non contestatemelo, ha due grandi pregi: mimetizza molto bene le feci e, per chi ha le piante, resta sempre omogeneo dopo la piantumazione e dopo l’aspirazione rifiuti. Nel precedente acquario ho utilizzato i due strati di terriccio-fertilizzante e sopra la sabbia fine (non finissima): un vero disastro (!) perché al primo rimaneggiamento del fondo, la sabbia, che è più pesante, va sul fondo e il terriccio e i fertilizzanti salgono (mai più se devo avere le piante !). Per creare paesaggio ho anche delle belle pietre grigio antracite con venature bianche. Lo sfondo, esterno, l’ho costruito con mio figlio Roberto utilizzando pietre di spiaggia di Merlera (GR), ghiaia di fiume, cemento, collante, pannello e testate in compensato 10 mm, staffe e cavalletto (7 cm di profondità per 10 kg di peso).

1.3. Pesci

Adesso, dopo un traffico elevato, abbiamo 1 Discus (7 cm, Turchese) 3 scalari, baloon, porta spada, pulitori e una rana albina (quella che chiamate frittura mista, … che però è buona). Devo dire che la convivenza è perfetta: gli scalari si cacciano tra di loro e il Discus caccia tutti. La pappa non è un problema perché la distribuisco con la mangiatoia (EHEIM 3581, ottima, auto-ventilata) in corrispondenza della mandata di ricircolo in vasca, così si spande subito e mangiano tutti. Al momento erogo 1 pasto al giorno in due tempi a distanza di 1 minuto. Conto di aumentare la frequenza dei pasti, prima che si scannino per la fame.

1.4. Piante

Dopo averle lessate tante, mi sono assestato su: Echinodurus horizontalis; Vallisneria spiralis; Elodea canadensys; Cladofora aeglarophila (o così credo). Ho anche una bella radice di mangrovia e un guscio di cocco a forma di capanna ricoperto di erbetta. Ho un po‘ di alghe nere, corte, che non mi abbandonano mai (che palle !).

2. FITRAZIONE

Ho organizzato il filtraggio riadattando il filtro interno (JUWEL), aggiungendo un filtro esterno (EHEIM 7023), ed una lampada UV (JBL 18 W). In fondo ho riportato lo schema dell'impianto idrico e filtrante. Lavora così.

2.1. Filtro interno

L'acqua entra nel filtro interno dal fondo e dalla superficie (da qui raccolgo la patina oleosa), come nelle piscine. Qui subisce la prima filtrazione meccanica, ma la superficie non è quella originale, ossia la seziona in pianta del filtro, bensì una 4 volte superiore ottenuta adattando una griglia inox posata in diagonale, tipo scala a pioli poggiata alla parete. Su questa griglia inox lego con degli elastici il lenzuolino (sopra) e il sacchetto di carbone attivo (sotto). Non è finita, la cassetta-filtro JUWEL ha inoltre una particolarità di sdoppiamento delle portate: presenta un ritorno sia a metà percorso e sia a percorso completo; il che significa che il secondo tratto è attraversato da portata parziale quindi, a parità di sezione, da acqua lenta, ottimo per la riproduzione dei batteri. Inoltre, nel filtro JUWEL ho sistemato un aeratore sul fondo, un sacchetto di cannolicchi subito sopra e, in superficie una batterie di “stelline” porose che favoriscono altre colonie di batteri. Insomma, nel filtro interno (JUWEL) eseguo una prima filtrazione meccanica, quella chimica e una filtrazione biologica con batteri particolarmente aerobici.

2.2. Filtro esterno

Il filtro esterno (EHEIM 2073), contiene prefiltro, filtro e 3 cestelli per supporti filtranti biologici diversi. Ottimo e silenzioso il filtro, un po’ impegnativo quando bisogna riadescarlo per via dello spurgo di aria.

2.3 Disifezione U.V.

Ho montato anche una lampada UV-C (JBL AcquaCristal 18 W). Come da manuale, ma differentementeda quanto sento da altri acquariofili, la lampada UVtratta solo 1/5 della portata di ricircolo, ottenuta conun raccordo a “T” (rigorosamente EHEIM) all’uscitadel filtro esterno. Le perdite di carico (leggi perdite diportata) sono facilissime in questi impianti, perciòbisogna stare molto attenti a fare curve dolci con i tubie al tipo e verso delle giunzioni che si utillizzano.

2.4. Mandata in vasca

A questo punto le mandate in vasca sono 2: - quella dell’acqua solo filtrata, che erogo con un tubo a flauto 8 fontanelle. Niente onde “anomale” o correnti vorticose, i pesci ringraziano; - quella dell’acqua sterilizzata UV, che mando direttamente sul fondo in corrispondenza dell’erogatore di CO2 (così ne aiuto lo spargimento a fondo vasca).

2.5. Tubi

Una nota di merito ai tubi della EHEIM, come tutti i suoi prodotti, sono di qualità eccezionale.

3. IMPIANTO CO2

Prima di avere l’impianto di CO2 governavo il pH con gli integratori (SERA pH Minus), quando ho cominciato a misurare le oscillazioni del pH in risposta delle correzioni, mi sono accorto degli enormi sbalzi che creavo (anche 1 grado pH in 5 min), anche aggiungendolo lentamente (organizzavo tipo delle flebo da 20 min). Controllo il pH perché ho letto che per i discus dovevo tenerlo basso (6,5 – 7), mentre a me saliva naturalmente anche fino a 8, poi intervenivo! Che non fossero mature la mie masse batteriche ? Adesso utilizzo una centralina di controllo con sensore di pH (MILWAUKIEE SMS122), riduttore di pressione con elettrovalvola (WAVE Techno CO2 Regulator A6076427), bombola da 4 kg di CO alimentare (70 €), tubicino in silicone trasparente, diffusore CO2 (DENNERLHE 2981 Crystal Line). Tutto bene tranne un guasto alla centralina risolto prontamente grazie ad un cambio del mio negoziante (gentilissimo).

4. QUALCHE DATO

4.1. Cambi d’acqua

Negli ultimi 2 mesi, poiché volevo abbassare EC, GH e KH, ho cambiato il 30% a settimana (50 litri) di cui: - 20% di rete (10 l): pH 8; GH 10; KH 8; EC 380; riposo 24 h (min 4 ore, max 72 ore, oltre ho paura che si creino alghe) - 80% di Osmosi (40 l): pH 6; GH 0; KH 0; EC 20 - Target attuale in vasca: pH 6,7-6,9; GH 6-8; KH 4-5; EC 350-400. Quanto all’efficacia della filtrazione, non ho mai avuto problemi, anche quando cambiavo l’acqua solo al 10% a settimana sono sempre stato ampiamente contenuto nei seguenti valori max: NO2 < 0,3 mg/l; NO3 12,5 mg/l; NHx 0,25 mg/l; PO4 0,5 mg/l.

4.2. Portata di ricircolo

Totale trattata: 589 l/h (3,9 ricambi/ora) - Filtrata: 426 l/h (2,8 ricambi/ora) - Filtrata e sterilizzata: 163 l/h (1,1 ricambi/ora)

4.3. Integratori

Biocondizionatori: ACQUATAN, TOXIVEC - Fertilizzanti: FLORENA, FLORENETTE A, ( e vari altri e cambiati spesso) - Batteri: NITRIVEC. (quantitativi secondo indicazioni delle case).

4.4. Consumi

Energetici: 2,1 kWh/gg corrispondenti a circa 200 €/anno. - prodotti: corrispondenti a 750 €/anno. - Ore dedicate: non guardavo molto la televisione, ma adesso non mi ricordo neppure dove si trovi.

5. OBIETTIVI

Ancora Discus, eliminare la alghe, risparmiare il consumo di acqua di osmosi.

 


  • ArtAcquarioGiulibert01ArtAcquarioGiulibert01
  • ArtAcquarioGiulibert014ArtAcquarioGiulibert014
  • ArtAcquarioGiulibert02ArtAcquarioGiulibert02
  • ArtAcquarioGiulibert03ArtAcquarioGiulibert03
  • ArtAcquarioGiulibert04ArtAcquarioGiulibert04
  • ArtAcquarioGiulibert05ArtAcquarioGiulibert05
  • ArtAcquarioGiulibert06ArtAcquarioGiulibert06
  • ArtAcquarioGiulibert07ArtAcquarioGiulibert07
  • ArtAcquarioGiulibert08ArtAcquarioGiulibert08
  • ArtAcquarioGiulibert09ArtAcquarioGiulibert09
  • ArtAcquarioGiulibert10ArtAcquarioGiulibert10
  • ArtAcquarioGiulibert11ArtAcquarioGiulibert11
  • ArtAcquarioGiulibert12ArtAcquarioGiulibert12
  • ArtAcquarioGiulibert13ArtAcquarioGiulibert13
  • ArtAcquarioGiulibert14ArtAcquarioGiulibert14

Commenti   

# Vincenzo Frattini 2014-03-12 16:15
Bella vasca, complimenti.
Per l'innesco del filtro, ti consiglio la sostituzione della guarnizione di "testata". Avevo anche io lo stesso problema, ho risolto così ;-)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# giuseppe D'AMBRA 2010-08-05 21:42
veramente bella questa vasca complimenti.... e l'impianto è davvero ben ideato bravo mi piace tutto cio che hai realizzato curando tutti i dettagli ottimo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Coco Loco 2010-08-03 12:05
Che dire? Che spettacolo...si vede che c'è la mano di un ingegnere nautico-navale- navistico-acqua tico-acquaio con formazione Acquario!!!! Detta la caxxata faccio i sinceri complimenti per il successo conquistato augurando di raggiungere altri traguardi!!
P.s. Io da neofita avrei fatto un acquario con cernie,orate,sp igole, qualche aragosta e gamberoni....di re un acquario più nostrano e se vogliamo più utile!! ;-) ;-)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Claudio Visalli 2010-07-31 20:29
Complimenti Giuseppe, davvero un ottimo lavoro. ;-)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli random

IMAGE Cura dei parassiti delle branchie, pelle e intestino
Alcuni studi sulle patologie dei Discus hanno rivelato che tutti gli esemplari presenti sul mercato sonoaccompagnati mediamente da un minimo di uno ad un massimo di quattro specie di parassiti:      sono risultati presenti in tutti i casi i...
IMAGE Il mio piccolo impianto domestico.
Il mio nome è Claudio e vivo in un piccolo paese vicino Salerno. Sin dall'età adolescenziale mi sono appassionato alla cura di acquari tropicali d'acqua dolce, gioiendo delle numerose riproduzioni (guppy, platy, coridoras, ...
IMAGE Acquario fai da te
Chi di noi non ha mai provato a costruirsi una vasca in assoluta autonomia, affascinato dall’idea dell’autocostruzione dell’acquario? Chi più, chi meno, qualche pensierino l’abbiamo fatto tutti! E se state leggendo queste righe...
IMAGE Oneri fiscali dell'allevatore amatoriale
PREMESSA Questo breve articolo potrà chiarire, finalmente, se vi siano da parte di un allevatore amatoriale adempimenti fiscali da compiere in caso di cessione a titolo di corrispettivo economico delle covate da lui riprodotte, volendo una volta...
IMAGE Realizzare il coperchio - top - plancia - per un acquario
Dopo aver realizzato la vasca in vetro (leggasi in merito l'articolo "Acquario fai da te") e dunque  aver realizzato anche la base della nostra vasca (leggasi in merito l'articolo "Realizzare la base per un acquario"), non resta che...
IMAGE L'indispensabile conduttivimetro
Per comprendere l’utilità in acquariologia di uno strumento elettronico come il conduttivimetro è necessario prima assimilare alcuni concetti riguardanti la composizione chimico-fisica dell’acqua, la conducibilità e quelli di osmosi e...
IMAGE Gruppo Acquisto 1/2014Ter DISCUS MALESI pregiati
Nonostante le difficoltà riscontrate nei due precedenti tentativi ed i consequenziali nulla di fatto, noi di HD non molliamo! Anzi, facciamo ancora meglio e riusciamo a contattare i piccoli allevatori malesi che forniscono i loro discus di pregio...
IMAGE Convenzione con "AQUARIUM ANGRI"
Il fornitissimo negozio all'insegna AQUARIUM, sito in Via Nazionale 174 di Angri (SA), è gestito dai gentilissimi e preparati fratelli Antonio ed Enzo Pisacane, i quali amano confrontarsi con ogni cliente come puri appassionati, così come faremmo...
IMAGE Regolamento concorso a premi "PHOTO HD CONTEST"
L’ Associazione Culturale senza scopi di lucro HOBBY DISCUS indice annualmente, sin con la prima edizione del 2010, il concorso fotografico “PHOTO HD CONTEST” con lo scopo di promuovere la divulgazione dell’amore verso la natura ed...
IMAGE Malattie da virus e da batteri
Capitolo 4° tratto dal libro "LE MALATTIE DEI PESCI D'ACQUARIO" di Dieter Untergasser.Dalla biblioteca dell'Associazione Hobby Discus ad uso esclusivo degli associati.
IMAGE Allevamento o riproduzione?
Capitolo 1° tratto dal libro "RIPRODUZIONE DEI DISCUS" di Bernd Degen.Dalla biblioteca dell'Associazione Hobby Discus ad uso esclusivo degli associati.
IMAGE Scatti e vincitori del "Photo HD Contest 2011"
L’Associazione Culturale senza scopi di lucro Hobby Discus ha indetto, per il secodo anno consecutivo, dunque anche per il 2011, il “PHOTO HD CONTEST”, concorso fotografico al quale possono partecipare (gratuitamente) tutti gli utenti...
In questo momento sono online 146 persone di cui 144 ospiti ed i seguenti 2 utenti (registrati):
Alessandro Tonani (Sandro71)
Lombardia
michele brandonisio (antarez)
Puglia
TOP